Dal “Diario di Bordo” di Gis. Atterraggio a Nairobi

30 luglio ’05 – Nairobi (Kenya) – h. 10.30 del mattino…

Lo so che questo fenomeno fa
pensare a tutto meno che a una vacanza, ma sono già sveglia da più di
due ore, e non sono affatto stanca. Di solito, a quest’ora, mi rivolto
come un crotalo sotto le coperte. E ci sarebbe anche il fatto del fuso
orario! Però qui vanno tutti a dormire insindacabilmente alle nove, e
alle cinque del mattino sono già in piedi, belli arzilli e saltellanti.
Cantano pure. E io mi sveglio! Sgrunt…

In ogni caso, non si dice "paese che vai, usanze che trovi"? Per
l’appunto. Ieri, fin dal momento dello sbarco dall’aereo, ci sono
saltate all’occhio – e non senza un minimo di trauma – alcune
"particolarità" del luogo. E specialmente nell’accoglienza dello
straniero. Gli impiegati della dogana, ad esempio: se ne stavano lì,
placidi, tranquilli e vagamente sonnacchiosi. Si risvegliavano ogni
"tot" e fermavano un "mzungu" (= bianco. Di razza caucasica, se
vogliamo usare un termine tecnico) a caso, imponendogli con aria truce
di aprire il bagaglio. Hanno pinzato il metodico Mo, e gli hanno
chiesto se aveva qualcosa da dichiarare; lui, poveraccio, stava
trascinando il borsone della Tonda… manco sapeva cosa ci fosse
dentro! Mentre la Tonda si era dileguata da qualche parte – con la
valigia di Mo, ovviamente! – lo sfortunato figliolo stava lì a cercare
di spiegare alla guardia che lo zampirone non è una bomba!

Finita la trafila doganale, ci siamo precipitati a cercare Beata, la
direttrice della missione che è la meta del nostro peregrinare
(ullallà, che parole!). Scovata senza problemi, nonostante la folla
immane. Ma il peggio doveva ancora arrivare. E, a questo punto,
descriverò la situation, dettando alcune semplici "regole" per uscire indenni dall’aereoporto di Nairobi:

1) Mettersi dietro al proprio accompagnatore e seguirlo celermente.


2) Controllare attentamente il proprio bagaglio, onde evitare di non trovarlo più.



3) Ignorare i tizi cortesi e
incravattati che cominciano a perseguitarti non appena messo piede
sulla strada. Se ci caschi, ti caricheranno le valigie in macchina e ti
chiederanno una mancia tutt’altro che simbolica. E sembreranno
all’improvviso tutt’altro che cortesi.



4) Lo slalom tra le macchine parcheggiate deve essere, in ogni caso, il più possibile fluido e leggiadro.



5) Carica te stesso e le tue cose sulla macchina che ti indica la tua guida. E non sbagliare, mi raccomando!



6) Bene, ora arriverai al tuo
alloggio sano e salvo, traffico permettendo… Ah, e non sconvolgerti
se, durante il tragitto, non vedi nemmeno un semaforo… è che qui,
semplicemente, non esistono! E se credi che quel pullmino pieno di
lampadine che si avvicina a una velocità allucinante si fermerà per
darti la precedenza… bene, sappi che ti stai sbagliando.






L’ostello in cui alloggeremo in
questi giorni è gestito da delle simpatiche suore napoletane. Mentre
fuori imperversano la confusione e l’anarchia, qui si può stare
tranquilli. Anche di notte. Basta non scendere nel cortile. Perchè,
come scende la sera, le simpatiche suorine liberano tre rottwailer che
no comment





Annotazione fondamentale: qui cucinano benissimo, slurp!





Dimenticavo. E’ luglio, giusto?
Bene, qui siamo in pieno inverno. E a 1800 metri sul livello del mare.
A Nairobi, a luglio, sono indispensabili giacca e
k-way!


Stesso giorno, stesso luogo, h. 13.10

A parte che… MA PORK! Perchè non si riesce a telefonare?!?!

To be continued…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dov'è Komuge?!?!. Contrassegna il permalink.

20 risposte a Dal “Diario di Bordo” di Gis. Atterraggio a Nairobi

  1. dariuccio ha detto:

    Appena me ne viene in mente un altra…giuro…la pubblico per la gioia del tuo bel sorriso…

  2. Clelia ha detto:

    ciao…scusa l\’intrusione ma vorrei sapere che facoltà stai facendo, perchè io mi accingo a frequentare lingue per l\’editoria perchè giornalismo era troppo lontano da casa mia…grazie 1000 ciao ciao

  3. seenphony ha detto:

    si,lo so.medesima reazione di fronte a tutto questo.ma passerà il momentaccio e tornerò come prima.promesso.mi sembra di capite che tu stia bene.sono felice per te!ciau!

  4. Ilenia ha detto:

    Hei…. bentornata!!!!!! Ho cominciato a leggere un pò della tua esperienza…interessante!!!!Beh…io sono proprio in preda al panico…da eterna indecisa…sto cercando di fare un passo più lungo della mia gamba… ma non ne sono pienamente convinta…devo decidere tra:1) buttarmi e far capire i miei sentimenti2) continuare a comportarmi da indifferente e…lacerarmi con mille domande su se…..e ma…..Che bello risentirti!!!! 🙂 Ile

  5. Mary ha detto:

    Ciao bella, il bagno turco dove vado io, che NB è x sole donne, è in via Norberto Rosa 13/a (è una traversa di corso regio parco); gli orari sono un mistero, siti diversi danno orari diversi cmq il telefono se vuoi verificare è: 011 201727. Baci

  6. Unknown ha detto:

    Che bello Gis!!Sono già rapita dalla descrizione, e non vedo l\’ora di leggere gli altri resoconti del tuo bellissimo viaggio. Credo che avrai molte cose interessanti da raccontarci!bacio

  7. nel ha detto:

    hey hey. parlami delle strade kenyote. ahahahah. ho sentito cose strepitose a riguardo. il detto "chi guida dritto è ubriaco" è tipico della zona.

  8. Sharon ha detto:

    abbellaaaaa…io ad ottobre parto per Los Angeles e starò via come minimo 6 mesi…mamma che tempaccio si è abbattutto su Turin stamane…adesso sembra non piova più ma che freddooooo…e io che pensavo che ci potessimo godeer ancora un po\’ di Muri e 4galli…uffaaaaaa…venerdì si va al THE BEACH?baci!!!!sharolina 🙂

  9. Gianluca ha detto:

    che carino questo blog.. ;)ciaooGianlu

  10. Silverio ha detto:

    ma grazie!!!Sei stata davvero gentile!Ti lascio il mio salutino…

  11. Diana ha detto:

    ok, commento non inerente… odio farne, ma dopo aver letto Il paradiso degli orchi DEVO farlo… ooommamma esiste una Saga dei malaussene??!? ma è recente? non l\’ho mai vista… pleeeeeeeease dimmi tutto ciò che sai a riguardo! Ora cercherò anche in rete, mi sto entusiasmando come una 13enne insoddisfatta che si trova davanti un inatteso live dei Blue su Mtv…. 😀

  12. kLada ha detto:

    ciauuuuuuuu GiS!!!!wow stupendo il kolore del tuo blog….eheh sai kom\’è io adoro il pinkkkkkkkkk!smuack iLa la socia

  13. Ilenia ha detto:

    Tadaaaaa…..rullo di tamburi….il grande giorno si sta avvicinando….speriamo bene!!!! Poi ti farò sapere….. :)Baci e a prestoIle

  14. a l y s s a ha detto:

    Attendo con impazienza la "prossima puntata"! =)

  15. Gaia ha detto:

    No, ancora niente Torino, ma conto di venirci prossimamente. cmq ti faccio sapere, magari ci si incontra 🙂 bacio

  16. Unknown ha detto:

    Comincia a fine settembre…. probabilmente l\’unica cosa che farò… cia

  17. Slap ha detto:

    Anke io mi sto puntando Casalinghe Disperate…dev\’essere carino!…ne parlano tanto bene!…

  18. Sharon ha detto:

    ammazzaaaa hai visto che tempaccio? oggi ho preso tanta di quella pioggia…e poi madonna mi fan girare le scatole perchè anche da Frav ora han le cose modaiole che mi han stufata…per una volta nella vita in cui volevo far shopping…nada. solo pioggia e schifezza nei negozi… ah tu dici della tua chioma a mo\’ di leon de furesta? meno male che io avevo i codini…altrimenti altro che leone…Bruno Lauzi proprio! ma alla Rai ci andavi per un colloquio? almeno è andato bene?aoooooooooooo…quando vuoi contattami su msn…baciiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiisharolina

  19. yo ha detto:

    bentornata…beata te..chissà che bella esperienza!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...