A volte il Male guida un’utilitaria

Ci sono quelli che abitano a Wisteria Lane e hanno delle casalinghe maligne come vicine di casa. Io invece vivo in una “zona di frontiera”: la mia umile dimora è situata in quel piccolo angolo di Torino che confina con i quartieri San Paolo, Santa Rita e Crocetta – o meglio, confinava con la danarosa Crocetta. Ora c’è un immenso mostro edilizio by Franco Costruzioni che ostruisce il passaggio. E chi è di Torino sa cosa intendo.

 

In sostanza, io non vivo in un quartiere. Nessuno si è mai preso la briga di decidere su che zona sorge il mio condominio. Lo so che sembra strano. Quando mi arriva una raccomandata o un pacco, ad esempio, non so in quale ufficio postale potrò andarlo a ritirare (quello dietro al palazzo di fianco al mio? vicino a Porta Nuova? al fondo di Mirafiori?). Quando devo rinnovare dei documenti, scelgo gli uffici tirando la monetina (in corso Racconigi? in centro? nei cunicoli della metro?). Se dovessi denunciare una ipotetica quanto misteriosa sparizione del mio portafoglio… beh, non voglio neanche pensarci. In ognuno di questi casi, però, faccio sempre un conto preventivo del numero di pullman che dovrò aspettare. Questi sono itinerari che vanno progettati molto attentamente, specie se non si vuole incappare in qualche improvviso cantiere pro-olimpiade.

 

E quando mi chiedono in che zona vivo, non posso neanche più fare la sgargiona dicendo che sono di Crocetta. C’è il “Franco-mostro” in mezzo! Quindi mi limito a fare la gnorri ogni volta che qualcuno accenna l’argomento. Io. Non. Vivo. In. Un. Quartiere. Qualcosa in contrario?

 

Però, nel piccolo grumo di case tra cui c’è anche la mia, in realtà, si sta proprio bene. Non manca nulla. Ci sono negozi di ogni tipo e genere, dal supermercato alla pennoira (la parrucchiera, per chi non conosce l’idioma), dal cartolaio amico alla profumeria che periodicamente vado a saccheggiare. Non c’è il post office, però c’è il negozio della pappa per il gatto. Non c’è un commissariato, né un ospedale comodo, ma in compenso c’è il salone dove tagliano le unghiette infide allo stesso simpatico animaletto.

 

I miei preferiti sono l’ottico Stefano e il calzolaio che non so come si chiama. L’ottico Stefano è uno dei punti fermi della mia vita. Se non ci fosse lui sarei rovinata. Perché all’ottico Stefano importa VERAMENTE lo stato di salute dei miei occhiali. Ed è anche telepatico probabilmente, visto che capisce sempre al volo le mie richieste (che definire “ermetiche” è poco). E se per caso non risponde, so che lo troverò facilmente nella vineria a lato, a prendere l’aperitivo.

 

Invece il calzolaio che non so come si chiama è sempre in negozio. Troppo lavoro. Troppi miei tacchi da riparare…

 

Un altro posto curioso è la merceria della signora Angela. Un mercato delle pulci dove non mette mai piede nessuno. Lei non si lamenta. E si barrica dentro con tanto di chiave a doppia mandata. Manco fosse la proprietaria di una gioielleria.

 

Infine, la birreria sotto casa: un posto tranquillo e accogliente, che torna utile soprattutto quando mi tocca di fare da "spalla da pianto" a un’amica che è stata piantata per l’ennesima volta. Il cameriere porta un paio di chupitos, e via! E poi, l’immancabile ristorante cinese. Mai scegliere una casa se prima non si è certi della presenza di un valido cinese. Altrimenti chi ti salva dal frigo vuoto negli orari più improbabili?

 

In tutto questo paradisiaco ecosistema "extra-quartieroso", la lingua di terra su cui sorge il mio condominio, c’è solo un problema. Un inquietante e fastidioso problema. Abita sopra la mia testa. E’ il mio vicino di casa. Un essere detestabile. Mi scontrai con lui per la prima volta ai tempi del liceo. Si stava svolgendo una innocente festa di Carnevale nel mio appartamento; alle 22,30 in punto suona il campanello. Io, vestita da Marilyn Monroe, vado ad aprire la porta. Era lui. In ciabatte e pigiama a rombi, ha iniziato a sbraitare che voleva dormire, boia faus! Ma cosa dormi alle 22,30 del sabato sera?!?! Ma trovati un hobby, che so, la numismatica! Un’altra volta, invece, era domenica mattina. Le 6,30, per la precisione. Io stavo placidamente sognando: ero una piratessa e veleggiavo sui Sette Mari con Johnny Depp. All’improvviso squilla il telefono. Era lui. Aveva sentito il mio gatto aprire la porta del bagno per raggiungere la sabbietta. E si era svagliato. Avrebbe sporto una lamentela alla prossima assemblea di condominio. Oppure si sarebbe rivolto a Rita Dalla Chiesa e al giudice Santi Licheri…

 

A un certo punto, il simpatico signore è passato al contrattacco. Se io guardo Matrix a volume moderato, lui attacca con l’Aida in cassetta a palla. Se io mi faccio la doccia, lui comincia a passare l’aspirapolvere Folletto esattamente in corrispondenza del mio bagno. E io rispondo cantando a squarciagola: “Man! I feel like a womaaaaaaaan! Ta ta tarara ta tà!".

 

A volte il Male guida un’utilitaria. E ha le ciabatte e il pigiama a rombi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in My life is like a.... Contrassegna il permalink.

25 risposte a A volte il Male guida un’utilitaria

  1. Diana ha detto:

    Bè, sabato mattina (SABATO MATTINA) sono stata svegliata dal tipo del piano di sotto che suonava il mio campanello come fosse una questione di vita o di morte… erano le 8.40, io ero a letto dalle 5… la questione, una volta tanto, era seria… Ma per anni ha creato problemi perchè il mio cane gli causava fastidi tali che minacciava di discuterli in assemblea condominiale… notare: io avevo uno York shire. Quando si dice, mal comune, mezzo gaudio…

  2. M.G.F.gabrybabelle ha detto:

    come ti capico…avrei da riempire un non un blog ma un intero spazio blog su una vicina rompipalle (a cui tra l\’altro ho venuto io l\’appartamento …a a saperlooo) ciao gis sto da cani il mio raffreddore con febbre si è trasformato in un laringite stroce ,credo di avere ormai un inizio di bronchite ,sono in pieno marasma / vaporeio miatico di vari prodotti da infuso!!!!! ,ricorrerei al bagno turco (ci fosse da queste parti)le mie ossa sono a strapezzi ma riesco ancora a sleggiucchiare qua e la ma poiiiii torno a letto a pezzi,e si che ho un lavoro importante da finire,ma chissa\’ quando lo finiro\’ bhooooo,intantoi buon week-end a te e la tuo ragazzo che saluto qui!!!bacio mitikaaa e su con il quartiere,ciao gabry/babelel

  3. LeFantômeDeL'Opéra. ha detto:

    FANTASMADELL\’OPERAE\’QUI…VOTATEILSUOBLOG…come sempr eho letot ocn gusto i tuoi interventi:-)F.d.O.

  4. Unknown ha detto:

    Eh…Stüß fa il finto modesto, ma in realtà ci sguazza! È stato lui a scrivere il suo numero sui manifesti…Comunque ti capisco per i vicini, tutti ne hanno uno così! La mia sta sotto ed è propietaria di un gatto immortale; un giorno mi ferma e mi dice <Ma fai pesi in camera?> io <…no perché?..> lei <Eh perché ieri sera alle 22 30 sentivo dei rumori strani!!!>, e se ne va senza dire altro. Sto ancora cercando di capire il nesso tra i rumori strani e i pesi…uhm…

  5. Sharon ha detto:

    MITICAAAAoddio che ridere…beh cara compaesana…io forse posso aiutarti un po\’, neh…la mia mamma lavora all\’ufficio postale di C.so Grosseto e sa tuuuutti i C.a.p. di Turin a memoria…se anche solo mi dici una via vicino a casa tua se ti prende male dirmi il tuo indirizzo, io ti dirò…-il tuo c.a.p. esatto-l\’ufficio postale a cui rivolgerti-la zona a cui esattamente appartieni…almeno avrai altri punti di riferimento oltre all\’ottico, calzolaio & co.un megasaluto da un\’altra gianuiotta…sharolina 🙂

  6. Sharon ha detto:

    ps: il nostro Culicchia (anche io ho amato tanto il suo libro..coem un po\’ tutti i turines credo) suona tutti i giovedì al FROG…fa anche il dj oraaaaa…chissà qaunto ha guadagnato…siamo giunti alla 12esima edizione!

  7. Alessandra ha detto:

    ciao! ti ho scoperta su style.. il tuo blog è delizioso!!! e pure io, piemontese, sono torinese (anche se da poco)! dato che conosco poco della mia nuova città, è un piacere leggere i tuoi post.. (il libro di culicchia è già un must. io l\’avevo preso alla prima o seconda edizione!! grande!)@Sharlyn_LA_ : non è che la fai a me la cortesia del Cap? può sembrare una cavolata ma per me è interessante non mettere solo 10100.. (adress: c.so Casale)

  8. Metropolis ha detto:

    …solo a sentire parlare di Franco costruzionimi viene l\’orticaria!!!….complimenti per il blog….ma soprattutto per la canzoncina "Merenda Sinoira"….LA VOOOOOGGGLLIOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!….poi mi spieghi come si fa a mettere il windows media player sul blog!!Ciao ciao!

  9. sabi ha detto:

    ciao!il tuo blog è bellissimo!!!!penso propriodi aggiungerlo alla mia lista dei blog!io non sono poi così credente, è solo che cerco di coltivare il mio lato spirituale.l\’unico strumento che ho è la religione cattolica che mi è stata imposta dal battesimo.potrei anche buttarmi sul buddismo o islamismo o qualche altro -ismo, ma non avrebbe senso.non vivo in cina o india.ci sono dei principi generali che sono comuni a tutte le religioni ma visto che il cristianesimo fa parte del mio background familiare e culturale cerco di capirci un po\’ qualcosa.Ancora complimenti per il blog!ciao ciao!

  10. Unknown ha detto:

    eee il tizio fenomenale sarebbe quasi da sposare se nn ci fossero alcuni fattori esterni che me lo impediscono!!!! cmq è una persona stupenda, di quelle che insomma nn si stufano mai di cercare di capirti, anche se sei paranoica o fuori di testa o semplicemente più attenta alle piccole cose ( poche persone ci riescono, io di mio ci provo, cmq bisogna tenerseli stretti qsti amici!!!!)

  11. Davide ha detto:

    se non vuoi problemi con i vicini fai come me: vivi in una reggia…buona giornataDavideps: esiste un modo per far impazzire i vicini (hai presente il film "il magnifico mondo di Amelie"?) gli rubi il nano o il cane o qualche animale a lui caro, e gli chiedi un riscatto con lettere anonime :)Oppure scrivi il suo numero di telefono nei bagni delle stazioni! che dici?:p

  12. M.G.F.gabrybabelle ha detto:

    grazie GIS SEI GENTILE,DETTO DA UNA FUTURA GIORNALISTA è UN BEL COMPLIMENTO., a proposito della tua cronistoria,la cosa piu\’ "buffa"il pigiama a rombi!!!blhablha.blha…con la lingua di fuori…hi.hi.hi. ciao gis dalla gabry/babelle

  13. Davide ha detto:

    che velocità mi hai risposto in diretta!si, molte passioni ma la mia più grande è e resterà la musica!comunque sia, io aspetto che inventino il premio nobel per l\’ozio, non si sa mai che arrivi alle finali! ciaociaops: che bello…è venerdì e la mia prof per la tesi non c\’è: nessun compito a casa fino lunedì

  14. Alex ha detto:

    Ma dimmi te \’ste cosmo giornaliste!Stanno con i designer e sognano i pirati!!!!!In realtà è tutta colpa mia: ho contattato telepaticamente il tuo vicino e gli ho ordinato di chiamarti… Tutto per interrompere il sogno con Capitan Sparrow!eh eh ehGurgle! non è che anche io "domino le menti"????Comunque mi ricordo di una canzone trash che faceva"Il VICIIIINO è IL MIO NEMIIIICO/ NON LO POSSO SOPPORTAREEEEEEEEEEE…"Direi che calza a pennello!Style ° Acid!

  15. m. ha detto:

    Si, sono una violinista.Un abbraccio,La Violinista

  16. mik ha detto:

    Grz per le tue parole, io penso e spero di scrivere semplice dando la possibilità a chi mi legge di dipingere un pensier con mille colori…Se tu ci riesci il merito è tuo.. Oggi ho la testa che scoppia ed ho solamente sbirciato fra le tue righe… Ti auguro un buon fine settimana e a prestissimo… Mik

  17. Sharon ha detto:

    l\’uomo turines, mamma miaaaaa…lasciamo perdere davvero!che farai di bello stasera?io vado ad una festa in c.so Moncalieri dove canto pure e se magnaaaa…alè!!!tu tu tu?besitisssss…sharolina 🙂

  18. Unknown ha detto:

    Ciao. Grazie per essere passata. Blog interessante il tuo, sul serio.Bye bye

  19. Gisella ha detto:

    Ciao sono Gisella!! Che strano….in fondo non è un nome tanto comune…mi ha fatto un sacco di piacere il tuo commento…. Complimenti anche a te x il blog, è ironico e piacevole…. Passa quando vuoi!Il mio account su msn è jusgli@hotmail.comUn Abbraccio

  20. Unknown ha detto:

    Certo che è un bel casino con i pacchi postali….soprattutto con le poste italiane!!!

  21. LeFantômeDeL'Opéra. ha detto:

    FANTASMADELL\’OPERAE\’QUI…VOTATEILSUOBLOG…il fantasma è tornato, aveva voglia di farti un salutino:-)F.d.O.

  22. LeFantômeDeL'Opéra. ha detto:

    :-)sempre graditi i tuoi commenti!F.d.O.

  23. seenphony ha detto:

    ahahahahahahauahauahahahauha.gis ti adoro.ti prego,non lasciarci mai.[attimo pessimista].a presto!c.

  24. Queen ha detto:

    BEH KE DIRE RIMANI SEMPRE LAMIA GIORNALISTA PREFERITA!!!!!SEI UNIKA GIS

  25. maia ha detto:

    meraviglioso…è proprio così. Quando ero ragazzina (un vero maschiaccio), il passatempo preferito della mia combriccola di pesti era suonare il campanello e scappare a uno così, che usciva dopo 3" al massimo in pigiama, pantofolacce e immancabile bastone di scopa, urlando: "ndè via bestiace! Se ve beco ve fae veder mi!"(andate via bestiacce, se vi prendo vi faccio vedere io, in dialetto veneto)Oggi ho pensato di assumere qualcuno per venire sotto casa alle due di notte e incollare due o tre campanelli scelti NON A CASO con lo scotch. Che dici?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...