Tutto iniziò all’aereoporto di Caselle…

No, in realtà tutta la faccenda
dell’Africa iniziò molto prima. Ma… sorvoliamo sull’antefatto e
partiamo da quel fantomatico mattino in cui, a un’ora in cui di solito
dormo placidamente tra le braccia di Morfeo (Fab, non prenderla male…
in mancanza d’altro, supplisco con la mitologia classica…), insieme
ad altri sette individui quantomeno stravaganti, mi trovavo a uno
sportello del
check-in quasi deserto.



Dalla quantità delle valigie – peraltro nettamente al di sopra del peso
consentito – si sarebbe potuto supporre un trasferimento definitivo in
quel della Tanzania. Invece no. Si partiva per un mesetto appena, ma le
ansie "madrifere"  avevano sortito questo strano effetto
collaterale. E sorvoliamo anche su questo.




Bene. Sistemiamo i bagagli e andiamo a prenderci un caffè. In coda al
bar c’era anche Naso, detto anche "cantante nasone degli Sugarfree, che
ci hanno rotto le scatole per tutta l’estate, ma non a me perchè non
c’ero". A me la suddetta
band non piace, così ho lasciato perdere e mi sono bevuta un caffè.


Poco
dopo ci siamo imbarcati sull’aereo. Destinazione: Nairobi, con scalo a
Bruxelles. Una decina di ore di volo. Uno scherzetto, insomma.
Comunque, da quel momento in poi le mie comunicazioni con l’Occidente
si sono praticamente interrotte – ad esclusione di qualche sporadico
nonchè costoso SMS scambiato con il mio
boy, rimasto a Torino a cercare di finire la tesi…


E
a questo punto, preso posto su un immenso Airbus della Brussels
Airlines, è giunto il momento di presentare il gruppo dei volontari
coraggiosi e intrepidi. Capo della spedizione è Babu John, un
missionario "pratico della zona". Di solito non frequento preti, ma
Babu John è simpatico, indispensabile e un po’ lunatico. L’unico
difetto è che detesta lo
shopping.
Poi ci sono i Tondi: l’ingegnere (Tondo) e relativa signora (Tonda).
Inutile fare delle precisazioni sulla loro… ehm, corporatura! E
ancora la Puzza, cioè mia sorella; e Moki, cioè i due amiconi
MO (mio fratello) e RiKI
(quell’altro). Loro due hanno i
loro argomenti loschi, e ciaccolano in continuazione. E poi non
venitemi a dire che le donne sono pettegole! Infine Luke The President,
il mio migliore amico – me lo porto dietro da almeno 15 anni… dovrebbero farmi santa solo per questo!



E
la sottoscritta, ovviamente. La donna con la cinecamera incollata alla
mano. La pazza con il cappello da John Wayne e i pantaloni da John Cena
(qui i John cominciano a essere troppi). La grafomane che esce
all’improvviso urlando: "Qualcuno ha visto il mio
quadernooooooooooo????". In realtà era solo l’inizio di una metamorfosi
che mi avrebbe portata al totale rinselvatichimento. E, per vostra
fortuna, tale processo si è rivelato reversibile!

To be continued…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dov'è Komuge?!?!. Contrassegna il permalink.

17 risposte a Tutto iniziò all’aereoporto di Caselle…

  1. Davido ha detto:

    grazie per il tuo commento sul mio blog, si vede che sei una "quasi" giornalista, scrivi davvero molto bene 😉 Ciao Ciao

  2. La Divina ha detto:

    Uahahahah!!E io che pensavo fosse rosso!!Hihihihihihhi!!^_______^

  3. Unknown ha detto:

    Beh..almeno tu qualche costoso sms al boy o altri riuscivi ancora a mandarlo..a me è morto il cell nel bel mezzo della savana!!!ciaooo!!Elena

  4. seenphony ha detto:

    non sono una grande…non più di quanto lo sia tu.in comunque abbiamo l\’intenzione a frequentare i rispettivi blog vicendevolmente.in parole plebee:alla prossima.e attenta agli svedesi.un saluto.c.

  5. Mari ha detto:

    Grazie per essere passata sul mio blog…anche il tuo mi sembra molto carino e fatto bene! In realtà,ogni tanto son passata dalle tue parti senza mai commentare…ma tornerò 🙂 a presto

  6. GivenUp ha detto:

    mo ciaooooooooooooo….. Ben tornata…Io comincio ad odiare meno i pinguini, con linux sto avendo un rapporto più friendly, ma comunque sempre odioso, ma ieri ho visto madagascar e quelli di pinguini mi sono stati simpatici…Cavolate a parte…Sto leggendo del viaggiettino… Pare che ti sia divertita davvero tanto, beata te. A me l\’Africa non ispira per niente (mi piacciono i paesi freddi), ti sfido a farmi cambiare idea nel corso del racconto del tuo viaggio.Inoltre devo dirti che scrivi davvero bene, mi piace molto il tuo stile… Avevo già notato tempo fa, ma questi post sono veramente cool…Ciao…

  7. Alex ha detto:

    Nessun problema con Morfeo, Darling. In fondo tra le sue braccia dormi, tra le mie NO… ;-)Smak dallo Style ° Boyfriend

  8. Muffin ha detto:

    ciauuuuuuuuuuu tornata pure iooooooooooooosempre con i muffin in bocca 😉 nun mi stancher maiiii e tu? belle vacanze???un baciu Muffina

  9. Unknown ha detto:

    Bonjour! Sempre traumatico il ritorno in Italia vero?? Poi abitando a Savona è peggio, è tragico anche tornare da un pomeriggio a Genova!! Aspettando altre stories africane ho linkato il pinkcoffee, lo stylecafé e il blog di Elena…che siamo di fronte a una famiglia di geni??! 😉 Have a nice day!

  10. M.G.F.gabrybabelle ha detto:

    ciao Gis,se vuoi qualche link per il wmp fai in fischioooooooooooooooooooooo "agli ordini"e su con la vita!!!meno male che il tuo "process working-up si è rivelato reversibile…altrimenti?????ah.ah.ah. se hai bisogno nei next running on world fai un\’altro fischio!!!!!!!!!!!!!!!!!!:) be happy ah.ah. gabry/babelle

  11. LeFantômeDeL'Opéra. ha detto:

    FANTASMADELL\’OPERAE\’QUI…Mi piace come scrivi…si vede che sie una (quasi) giornalista:-)!!Se hai tempo passa da me!F.d.O.

  12. Slap ha detto:

    Bho…e allora: "tre civette sul comò ke facevano l\’amore con la figlia del dottore"??…è da feticisti ed è altamente pornografica come canzone…peggio di Cicciolina..eppure è la canzone ke i bambini conoscono meglio…molto meglio le coscine di pollo almeno sono caste!

  13. Sharon ha detto:

    aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhh…eccola una compaesana degnaaaa…vedi? lo sapevo che le turinesi scrivono trooooppo bene…siamo proprio simpatiche nell\’anima aooooo…beh alura..cose da dire…E\’ VERO…"The Beach" bellissimo il daiquiri fa schifooo…ma un po\’ ovunque in sta città…che dici, ci beviamo altro? di\’, ma tu l\’hai letto TORINO E\’ LA MIA CITTA\’? bello e utile…beh io il mio contatto te lo lascio così se ti va ce la contiamo un po\’!!un besitooooooooooooo da zona 3galli…sharolina 🙂

  14. Sharon ha detto:

    non sono normaleee…non l\’ho scritto il mio contatto…adesso si…a presto!!!sharolina 🙂

  15. Mary ha detto:

    Ciao bella è un po\’ che nn ci si vede, dalla festa di Daniel direi… Complimenti, bellissimo blog! Salutami il boy e passa pure quando vuoi a visionare le mie sciocchezzuole!Baci baci

  16. Slap ha detto:

    Patente x il 125…

  17. hks ha detto:

    …ciao sono Domenico,
    avrei necessità di scambiare 4 chiacchiere circa queste vacanze/missione. Ho in circolo questo "bisogno" dal almeno un paio di anni…
    vorrei capirci un pò di più.
    Spero tu possa capire.
    Qualcuno ci insegna che "La vera felicità sta nell\’aiutare gli altri facendo del nostro meglio", come sai…
    Spero di risentirti… se lo riterrai più opportuno puoi anche soltanto informarmi circa l\’associazioni tramite la quale hai prestato servizio…
    Buona Strada!
    Domenico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...